I segreti del Palazzetto Venezia

Il Palazzetto Venezia (a sinistra) prima del suo spostamento (il punto di vista di questa foto e' con Via del Corso alle spalle).

Pochi sanno che Palazzetto Venezia, appendice del noto Palazzo, fu spostato nel 1910 pietra per pietra per fare spazio alla prospettiva verso il monumento a Vittorio Emanuele II e ricostruito cinquanta metri più in là nell’attuale sito. Ma nessuno sapeva fino a recentissimamente che, sotto le sue fondamenta, era stato scavato il bunker di Mussolini nello stesso edificio che ospitava i suoi uffici. Dopo aver fatto la sorprendente scoperta sono stati restaurati i nove ambienti rinvenuti ed è stato istaurato “un piccolo spazio museale come una sorte di corridoio underground”. Sarà visitabile a primavera e ospiterà opere d’arte contemporanee.
MdM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *