Un laboratorio sotto la pelle

Due italiani Giovanni de Micheli e Sandro Carrara del Politecnico di Losanna hanno progettato un mini laboratorio di NL16 - spalla - flash news - mini lab sottopelleanalisi che inserito sotto la pelle può monitorare alcune sostanze contenute nel sangue.  L’apparecchio è munito di 5 sensori, che controllano l’andamento di  5 diversi elementi. Questo mini laboratorio, di pochi mm, è alimentato da una batteria esterna e applicata sulla pelle. I dati vengono trasmessi via onde radio nella parte applicata esternamente e da qui via blue tooth a un cellulare o al tablet di un medico. Oltre a monitorare i componenti più semplici, potrebbe prevedere un infarto con qualche ora di anticipo valutando la presenza  di molecole come la troponina che vengono rilasciate nel sangue da un cuore sofferente.
CV

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments