Vigneti, andiamo. È tempo di migrare

Certo, sapevamo degli uomini, degli animali e dei pesci, ma che gli ulivi e i vigneti possano migrare..Ebbene sì, il dottor Giacomo Trombi del Dipartimento Agroalimentare dell’Università di Firenze ha partecipato ad un importante studio pubblicato su Climatic change e Biogeography. Lo studio incrocia i dati della coltivazione di vigne e ulivi con dei dati relativi al clima e al suolo. Seguendo questo sistema si è potuto prevedere come le coltivazioni si muoveranno in futuro. I paesi del nord Africa e sud Europa risulteranno meno adatti alla coltivazione dell’olivo a causa delle temperature elevate e mancanza di acqua pertanto i grandi oliveti tenderanno a spostarsi lentamente verso nord. I vigneti, anche loro, verso nord e troveranno delle situazioni favorevoli in Austria e Germania… ci dobbiamo preoccupare? Penso non sarà per il nostro tempo.
CV

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments