Il vino e la sua storia

“Il museo del vino” di Barolo, nelle Langhe, è veramente un percorso sensoriale adatto ai grandi ma anche per i nipoti. Il Museo è progettato da François Confino, lo scenografo architetto che ha anche progettato a Torino il Museo del Cinema (nella Mole Antonelliana) e il Museo dell’Automobile. E’ un architetto visionario, e questa visita è proprio divertente e sorprendente. La storia del vino, che inizia ancor prima degli Egizi, viene percorsa attraverso i secoli con un allestimento animato, veramente rimarchevole. Inoltre il Museo si trova nel Castello dei Marchesi Falletti di Barolo la cui storia è interessante. Infatti, la Marchesa Giulia (Colbert), nata in Vandea (1785 – 1864) e pronipote di Jean Baptiste Colbert, Ministro delle Finanze di Luigi XIV, era donna intelligente, colta e illuminata. Riuscì a riformare le carceri femminili torinesi, giudicate tra le peggiori a livello internazionale, fonda “Il Rifugio” centro di accoglienza per ragazze a rischio e si rivolge a Don Bosco. Il bibliotecario della famiglia Falletti era Silvio Pellico. E’ stata “Beatificata” ultimamente.
CSC

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments