La riproducibilità tecnica delle opere d’arte

Sembra sia assolutamente possibile e nei prossimi 10 anni con le nuove macchine per fotocopie tridimensionali si avranno copie assolutamente indistinguibili ad occhio nudo.. Una prova è stata fatta, “Le nozze di Cana” del Palladio, un quadro di10 metri per 7 che Napoleone prese dal Refettorio dei Benedettini di San Giorgio Maggiore come indennizzo di Guerra. Per trasportarlo al Louvre, lo fece tagliare in strisce, ricomposto ora è esposto in quel Museo.  È intervenuto un certo Adam Lowe grande esperto che ha fatto fotografare il quadro con oltre 3000 scatti ad altissima definizione, poi una scansione tridimensionale, assolutamente innovativa e trattato la tela con gli stessi procedimenti utilizzati dal Veronese. Voilà ha creato un’opera assolutamente indistinguibile ad occhio nudo…tanto che numerosi visitatori anche molto esperti hanno chiesto come e chi fosse riuscito ad ottenere l’autorizzazione per l’esposizione dal governo Francese.
CV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *