MOSTRE E APPUNTAMENTI: le proposte de La Lampadina per MAGGIO

MOSTRE

BRUXELLES
Palais des Beaux arts:  MICHAËL BORREMANS  “As sweet as it gets” con la partecipazione di Jeffrey Grove curatore del museo d’arte contemporanea di Dallas
NL28 - spalla - mostre - BorremansUna formidabile esposizione di questo artista che gareggia facilmente con i grandi del passato. L’esposizione di Bruxelles con un centinaio di opere scelte fra il suo lavoro degli ultimi vent’anni (pittura, disegno e video) ci presenta un artista di immenso talento classico usato però con dei risultati davvero inquietanti. Tutto il lavoro di Michaël Borremans è intriso dall’”enigma”. L’artista, nato in Belgio nel 1963, nasce come grafico e fotografo, ma dimostra nella pittura e nel disegno una capacità tecnica sorprendente. Nel guardare le opere in mostra si prova uno strano disaggio, però. Delle immagini, in apparenza banale, che sembrano tratte da libri antichi, danno, nell’osservarle meglio, un senso di angoscia per certi piccoli dettagli inseriti che disturbano il senso del comune dando una sensazione di estraneità,  intriso da una violenza sottile.
E raro comunque, oggi giorno, incontrare un artista di questo livello. Le sue opere, tre all’anno, sono molto difficile da vedere nelle gallerie o nelle fiere perché vengono immediatamente comprate dalle varie collezioni private o dai grandi musei esteri con fondi illimitati.
Per chi passa a Bruxelles questi giorni raccomando di non perdersi questa mostra eccezionale. Fino al 3 agosto 2014

Vilnius

Vilnius Graphic Art Centre: Marguerite de Merode “Voyage autour de leur Chambre”
Nello spazio della galleria, le fotografie dell’artista aprono tante finestre sul mondo dello straniero in Italia.NL28 - spalla - mostre - de merode vilnius - Boota Con pochi elementi Marguerite de Merode inizia la sua ricerca nel quotidiano di ognuno dei suoi dieci personaggi. Le sue fotografie rivelano con grande pudore, senza volto, il loro paesaggio intimo. C’è uno specchio, una valigia e tanti calendari negli spazi di vita provvisorio che sono le loro camera da letto dove entra, sulla punta dei piedi, per raccontare la loro storia.
Dal 6 al 21 giugno 2014.

Roma
Il sistema museale della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale: Sulle orme di Eracle

– Eracle nelle Collezioni del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
– Eracle tra i Falisci. Il sogno dell’immortalità Civita Castellana, Museo Archeologico dell’Agro falisco – Forte Sangallo
– Eracle nelle Collezioni del Museo “Claudio Faina” Orvieto
– Eracle nelle Collezioni della Galleria Nazionale d’Arte antica in Palazzo Corsini.
NL28 - spalla - mostre - eracle- hydria-con-Eracle-Cerbero-ed-Euristeo-L’Herakles greco, l’Hercle etrusco, l’Ercole italico e quello romano sono stati, attraverso i secoli, fonte di ispirazioni per quantità di scultori e pittori fino ai nostri tempi. L’eroe, esempio simbolo di vitalità e coraggio, riesce a conquistare il premio dell’immortalità e viene in quanto tale ripreso come eroe moderno in varie culture tra Oriente e Occidente.
Fino  9 novembre 2014

Macro Testaccio alla Pelanda: Roma capitale della Street Art: Avanguardie Urbane, Street art and the city.
«Roma ospita la migliore arte del mondo, dipingere sui suoi muri non è semplice, né è così facile confrontarsi coi luoghi di Raffaello, Bernini, Michelangelo, Caravaggio» dice Stefano Antonelli di 999Contemporary che si è fatto promotore della rivalutazione di questa forma artistica, cercando di fare, di Roma, dalle periferie sino ad abbraciare l’intera città, “una delle grandi capitali della Street Art europea”.
Dodici artisti, sei italiani e sei francesi, si confrontano  alla Pelanda con il linguaggio della street art di NL28 - spalla - mostre - Avanguardia urbananuova generazione. Saranno oltre duemila i metri quadri dedicati all’esposizione delle opere tra “indoor” e “outdoor”, cioè l’area esterna del complesso dell’ex mattatoio, che sarà pronta per permettere agli artisti più giovani di confrontarsi con i “grandi” della street art. Ci saranno anche musica, street food e tante iniziative intorno alla mostra..
Dal 7 giugno al 10 agosto.

Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps: “La Gloria dei Vinti. Pergamo, Atene, Roma”, curata da Filippo Coarelli. I protagonisti della mostra di Palazzo Altemps sono alcuni dei vinti più celebri della storia dell’arte, ovvero i galati, sconfitti dal re greco Attalo I nel terzo secolo a.C. “il popolo più potente e bellicoso che allora viveva in Asia”.
NL28 - spalla - mostre - Piccolo-Donario-Dying_gaulCon queste 17 statue esposte nei saloni di Palazzo Altemps si restituisce la fama a questo valoroso popolo. La mostra si tiene in occasione del quinto centenario della scoperta di dieci tra le sculture che componevano il cosiddetto Piccolo Donario Pergameno, e ora esposte per la prima volta insieme. Le opere esposte a Roma sono tutte copie in marmo realizzate nel primo secolo da artisti greci, copie commissionate dai romani che ebbero anche una forte influenza sulla pittura rinascimentale e sulla scultura barocca.
Fino al 07 settembre

Colosseo: “La Biblioteca Infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico”. Bellissima mostra allestita da Eliana Gerotto – Dopo la visita di Obama e il restauro sponsorizzato da Della Valle è oggi il monumento più “chiacchierato” e non potete non andare a dare un’occhiata! Rome: exhibition 'The infinite library. The places of knowledge in the ancient world'
Divisa in 7 sezioni, la esposizione curata da Rossella Rea e Roberto Meneghini, con 120 tra statue, affreschi, rilievi, strumenti e supporti di scrittura documenta l’evoluzione del libro e della lettura nel mondo greco-romano dall’età ellenistica al tardo antico, così come i luoghi pubblici e privati dove si scambiava e si custodiva il sapere.
Fino al 05 ottobre 2014.

Le mostre sono a cura di Marguerite de Merode

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments