PENSIERO LATERALE: un’eredità in cammelli

Un tale  fa testamento in favore dei suoi tre figli: al primo, il più amato, destina la metà dei suoi beni; al secondo un quarto e al terzo un sesto.

Quando muore scoprono che i suoi beni ammontano a 11 cammelli.

Come può fare l’esecutore testamentario a eseguire le volontà del defunto?  (ndr 11 è un numero primo e non è divisibile)

Risposta

l’esecutore testamentario “presta” un cammello all’eredità che ammonta ora a 12 cammelli.

Il primo ne riceve 6 = 1/2  di 12

il secondo ne riceve 3 = 1/4 di 12

il terzo ne riceve 2 = 1/6 di 12

 

il totale dei cammelli distribuiti è di 11. Ne avanza 1: è’ il cammello “prestato” dall’esecutore testamentario, che se lo riprende.

 

Subscribe
Notificami
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Manù Selvatico Estense
27 Aprile 2015 18:11

E io che pensavo avessero tagliato un cammello… a metà!
Orrore…