A Palazzo Altemps “La Forza delle Rovine” con La Lampadina

Giovedi’ 26 novembre alle ore 17.30 con la guida del Professor Marcello Barbanera.

Si è  inaugurata il 7 ottobre e durerà fino a fine gennaio al Museo Nazionale Romano a  Palazzo Altemps di Roma, la mostra, curata dal  professore di storia dell’arte alla Sapienza, Marcello Barbanera, sulle Rovine moderne e contemporanee. Dopo l’orrore della guerra, sono innumerevoli gli artisti che scelgono le rovine come soggetto delle  loro opereespressioni della follia umana o risultato di un evento.

La Lampadina ha organizzato un visita speciale per giovedi’ 26 novembre alle ore 17.30 con la guida di Marcello Barbanera.
Chi fosse interessato puo’ scrivere a eventi@lalampadina.net

Si tratta di una mostra raffinata che prende spunto dall’antichità ma non vuole essere una semplice NL41 - box - ROVINEpresentazione di paesaggi con rovine in un museo dove opere moderne, molte delle quali inedite o poco note, siano acriticamente giustapposte alle collezioni permanenti di scultura classica. Nelle stanze dipinte di un palazzo rinascimentale l’associazione rovine e archeologia si compie in una prospettiva storico- culturale che intreccia ambiti molteplici – letteratura, filosofia, musica, pittura, teoria del restauro, architettura e urbanistica, psicanalisi, sociologia e altro ancora – con uno sguardo aperto anche verso altre civiltà. Così intorno a un possente torso di Ciclope si costruisce ad esempio un discorso sulla nascita dell’estetica del frammento viva fin nelle fascinose ed enigmatiche sperimentazioni del contemporaneo. In numerosi saggi si affrontano le rovine degli antichi in sé e nella riscoperta della pittura moderna con un focus su Piranesi e sulle stranianti contaminazioni del Novecento. In contrasto con le elegiache vedute, la sezione dedicata alla devastazione del paesaggio con fotografie di opere non finite, di archeologia industriale fino a uno straordinario repertorio di catastrofi contemporanee (il terremoto de L’Aquila, la distruzione di Beirut…) dalla tragica forza narrativa.
Sophie de Merode

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments