Reperti italiani restituiti all’Italia

Sono state appena recuperate in Svizzera, dai Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, 45 casse contenenti eccezionali reperti archeologici, di epoca compresa tra VII sec. a.C. e II sec.d.C. e provenienti da scavi illegali a Cerveteri, in Etruria Meridionale, in Sicilia, in Puglia, in Campania e in Calabria. Erano destinati alla vendita in Inghilterra, in Giappone e soprattutto negli Stati uniti.
Sono state, tra l’altro, restituite lastre dipinte rubate a Cerveteri il cui recupero è considerato “uno dei più importanti degli ultimi decenni”.. “che consentirà di fare nuova luce sulle botteghe che fiorirono in quell’epoca in Etruria con artigiani provenienti da tutta la Grecia”.
MdM

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments