Nuova vita alla tomba di Giulio II di Michelangelo

Il monumento nella Chiesa di San Pietro in Vincoli è tornato al suo antico splendore. Dopo un accurato restauro e una nuova illuminazione, la celeberrima scultura del Mosè del Buonarotti ha sapientemente recuperato tutta la sua bellezza. Attraverso tecniche informatiche innovative e lampade al led e in collaborazione con il restauratore Antonio Forcellino si è recuperato in forma del tutto naturale i colori e l’intensità della luce romana nella zona di San Pietro in Vincoli “esaltando la scultura vibrante michelangiolesca che nel monumento emerge in tutto il suo splendore.”
MdM

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments