MOSTRE ED ESPOSIZIONI: le proposte de La Lampadina per marzo 2017

Marguerite ci propone un piccolo giro d’Italia al nord di Roma sperando che avrete l’occasione di vedere almeno una delle belle mostre che il nostro Paese propone in questi giorni.

FIRENZE

Palazzo Strozzi: Bill Viola. Rinascimento Elettronico.

Un’altra grande mostra del mondo contemporaneo tra le mura di Palazzo Strozzi che, insieme al Battistero di San Giovanni e al Museo dell’Opera del Duomo, ospiteranno le opere del grande artista video-maker Bill Viola. Tratteranno del tema del dolore, i video Observance (2002) e Acceptance (2008), tema che insieme alla morte, alla trascendenza, alla rinascita attraverso gli elementi primari come l’acqua, ma anche al dialogo con l’antico, fondamentale nella città in cui la mostra va in scena, è ben rappresentato nella grande mostra curata da Kira Perov, compagna dell’artista e direttrice del suo studio, e da Arturo Galansino.
Dal 10 marzo al 23 luglio 2017

Palazzo Pitti: Maria Lassnig “Women Power”.
Curata da Wolfang Drechsler.
Maria Lassnig è una tra le artiste più significative della seconda metà del XX secolo, insieme a Louise Bourgeois e Joan Mitchell. Le opere esposte, coprono cinque diversi decenni di attività dell’artista, il cui tema prediletto è l’autoritratto.
Dal 25 marzo al 25 giugno 2017


Gallerie degli Uffizi
: Saranno presentate al pubblico le opere restaurate e le nuove acquisizioni. Tra l’altro:

“La Resurrezione di Lazzaro” del francese Nicolas Froment, dal 7 marzo al 30 aprile 2017.

“Il cosmo magico” di Leonardo da Vinci: l’Adorazione dei Magi ha lasciato per due anni gli Uffizi per essere restaurata all’Opificio delle Pietre, ora è tornata alla Galleria delle Statue e delle Pitture, e ci rimarrà dal 28 marzo al 24 settembre 2017.


MILANO

Palazzo Reale: Keith Haring, curata da Gianni Mercurio.
Una mostra piena di colore dell’artista statunitense morto a 31 anni che fu prima graffitaro legato a Jean-Michel Basquiat e alla Beat generation come Burroughs.
Fino al 18 giugno 2017

 

VENEZIA

Palazzo Ducale: Jheronimus Bosh e Venezia. Curata da Bernard Aikema.
La mostra illustra una Venezia colta, attratta, nel Cinquecento, dal mistero e da visioni oniriche. Con le cinquanta opere raccolte in tutta Europa, a cinquecento anni dalla morte di Hieronymus Bosch, la città celebra il maestro fiammingo. Si ruota intorno ai tre capolavori “veneziani” di Bosch, restituiti al loro splendore da un sapiente restauro: il Martirio di Santa Liberata, le Quattro Visioni dell’Aldilà e i Tre Santi Eremiti, appartenenti alle collezioni delle Gallerie dell’Accademia. La mostra ci spiega i perché dell’irresistibile fascinazione per gli universi surreali di Bosch e i suoi rapporti con l’arte e la cultura italiana.
Fino al 4 giugno 2017

 

ROMA

Galleria Nazionale (GNAM): Giacomo Balla. Un onda di luce. Curata da Stefania Frezzotti.
Con una piccola ma interessante mostra alla Gnam di Roma, sono riunite insieme le donazioni dei 35 dipinti donati da Elica e Luce Balla nel 1984 e i dipinti, disegni e studi donati da Luce nel 1994. “Sono opere significative dei momenti salienti della sua attività. Il Filo rosso della sua evoluzione e base di costante sperimentazione, è il valore della luce, del suo scomporsi e ricomporsi nello spazio e nel movimento, che diviene linfa vitale dell’immagine”.
Fino al 26 marzo 2017

 

Galleria Corsini: Daniela da Volterra. I dipinti d’Elci.
La mostra è dedicata a due dipinti di Daniele Ricciarelli pittore e scultore meglio conosciuto come Daniele da Volterra o come il Braghettone, grande amico di Michelangelo di cui riprende in pieno la plasticità. I dipinti, Elia nel deserto e una Madonna con il Bambino, san Giovannino e santa Barbara sono di una collezione privata e in ottimo stato di conservazione. Sono esposti nella Galleria Corsini insieme a due opere di Jacopino del Conte e di Marcello Venusti, due artisti che riflettono bene insieme al Volterra le tendenze della Roma di Paolo III Farnese e la forte influenza del Buonarotti.
Fino al 07 maggio 2017

Galleria del Cembalo: Paolo Ventura. Early Works and Rare Prints.
Una scatola ritrovata. All’interno, work print di progetti inediti e delle ormai rare immagini di War Souvenir: questo è il sorprendente contenuto all’origine della mostra Early Works and Rare Prints.
Una prima sezione della mostra è dedicata alla rappresentazione di oggetti trovati casualmente, dissotterrati, posti in relazione gli uni con gli altri: indizi di drammi individuali, di tragedie collettive. Nella seconda sezione della mostra viene presentata una selezione di work print tratte da War Souvenir, alcune delle quali assolutamente inedite: episodi degli anni dell’occupazione tedesca del nord Italia che si trasformano in teatrini della Storia, dove l’artificio della ricostruzione, non riduce il senso della tragedia.
Fino al  29 aprile.

 

Museo di Roma  Palazzo Braschi:  I pittori del ’900 e le carte da gioco. La collezione di Paola Masino, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali in collaborazione con l’Archivio del Novecento di Sapienza Università degli Studi di Roma e con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, è a cura di Marinella Mascia Galateria e Patrizia Masini.
Giocare a carte con i pittori del ’900, da Carla Accardi a Burri, a Consagra, da Primo Conti a Carrà, da Campigli a Capogrossi, a Cagli, da Fautrier a Cocteau, da Carlo Levi a Guttuso, da Prampolini a Fausto Pirandello – solo per citarne alcuni. Questa suggestiva partita sarà idealmente possibile grazie alla originale collezione di carte di Paola Masino (1908-1989), donate da Alvise Memmo al Museo di Roma ed esposte per la prima volta al pubblico nelle sale al piano terra.
Fino al 30 aprile 2017

 

La mostra 

2 commenti per “MOSTRE ED ESPOSIZIONI: le proposte de La Lampadina per marzo 2017

  1. Sveva Paternò
    6 Marzo 2017 at 22:09

    Sarebbe bello una giornata con La Lampadina a Firenze per vedere Bill Viola e Maria Lassnig che dite?

    • Marguerite de Merode
      6 Marzo 2017 at 23:54

      E perché no! Adesso vediamo cosa si riesce ad organizzare. Bill Viola e da non perdere!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *