MOSTRE ED ESPOSIZIONI – Le proposte de La Lampadina per maggio 2018

Incontriamoci ai Musei capitolini

Una serie di incontri e conferenze a tema “Oggi parliamo di…” a cura della Sovrintendenza Capitolina. Ogni giovedì sono organizzate conferenze a ingresso gratuito ai Musei Capitolini e (il 24 maggio e 7 giugno) alla Centrale Montemartini che si occupano di approfondire tematiche e argomenti ispirati dalle collezioni permanenti dei Musei Capitolini e della Centrale Montemartini.
Fino al 14 giugno 2018

Non ci sono mostre che mi interessano a Roma o altrove, questo mese e vi suggerisco la visita a qualche parco d’artista in giro per l’Italia che potrete programmare da maggio in poi.

 

Sacro bosco o Parco dei mostri
In un bosco di circa 3 ettari, con opere scultoree ritraenti animali mitologici, divinità e mostri, il progetto del Parco dei Mostri fu realizzato alla metà del Cinquecento dall’Architetto Pirro Ligorio per volontà di Vicino Orsini, dedicato all’amata moglie Giulia Farnese. Situato in Provincia di Viterbo, ci si arriva facilmente da Roma.

 

Il giardino delle sculture fluide di Penone
Quattordici opere dell’artista Giuseppe Penone realizzate dal 2003 al 2007 propongono un’interpretazione del giardino barocco per cinque ettari nel Parco basso dei Giardini della Venaria Reale (Torino).

 

Il Giardino dei Tarocchi – Niki de Saint Phalle
In località Garavicchio, vicino  Capalbio, il particolarissimo giardino, voluto dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle, ospita le sue grandi e suggestive sculture, raffiguranti i 22 Arcani Maggiori delle carte dei Tarocchi.

Artesella /The contemporary mountain
In Borgo Valsugana gli artisti hanno creato una galleria all’aperto dove s’incontrano arte e natura. Utilizzando materiali naturali come le foglie, i rami d’albero, le pietre, la terra, le opere si fondono con l’ambiente circostante.

Arte Pollino– Parco Nazionale del Pollino
Nello straordinario contesto naturale unico, in Basilicata, artisti di fama mondiale realizzeranno opere permanenti site-specific, in una delle più belle aree naturalistiche dell’Italia del Sud.

 

Fattoria di Celle
Il collezionista e imprenditore Giuliano Gori ha creato a Santomato di Pistoia un’immensa galleria di arte contemporanea ambientata nella sua vasta tenuta di campagna. Ottanta opere site-specific, trasformano la grande tenuta in una sorta di museo privato di incontestabile interesse.

Parco Fiumara d’Arte
Nei pressi di Tusa in provincia di Messina, sorge uno dei parchi artistici più vasti d’Europa. Un vero e proprio museo a cielo aperto, chiamato Fiumara d’arte. Una serie di sculture, molte di grandi dimensioni, sono dislocate in un territorio appoggiato al letto del fiume Tusa (oggi torrente) – da cui il nome Fiumara – che un tempo arrivava sino all’antica città di Halaesa.

 

Il giardino di Daniel Spoeri: Toscana meridionale
Il Giardino di Daniel Spoerri è aperto al pubblico dal 1997. Sono circa 16 ettari in provincia di Grosseto che costeggiano le pendici del Monte Amiata. L’artista svizzero si è avvalso della collaborazione di altri artisti contemporanei, come Eva Aeppli, Arman, Erik Dietman e Jean Tiguely.

 

Parco scultura nel Chianti
In un bosco di querce, tra Pieveasciata , a circa 10 km a nord di Siena si possono scoprire le installazioni e sculture contemporanee di una trentina di artisti noti, meno noti & ignoti, create appositamente per il parco. merito del lavoro di Piero e Rosalba Giadrossi coniugi triestini innamorati dell’arte e della Toscana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *