Mostre ed Esposizioni – Aprile 2019

Quest’anno si celebrano i 500 anni della morte del grande genio rinascimentale, Leonardo da Vinci, avvenuta il 2 maggio del 1519 ad Amboise, in Francia, cittadina della Valle della Loira dove Leonardo viveva alla corte di re Francesco I.

Si è appena aperta la mostra delle Scuderie del Quirinale, dedicata al Leonardo ingegnere e umanista e vi segnalo già da ora l’importante mostra che gli verrà dedicata a Parigi, al Louvre. Sarà inaugurata ad ottobre di quest’anno.
In giro per l’Italia e per l’Europa sarà celebrato ovunque: Milano, Firenze, Roma, Parigi e Londra.

ROMA

Galleria Nazionale d’arte antica in Palazzo Corsini: Robert Mapplethorpe – “L’obiettivo sensibile”.
Sono 45 le opere esposte all’interno del museo, con un’attenzione su alcuni temi ricorrenti dell’artista statunitense: lo studio delle nature morte, dei paesaggi, della statuaria classica e della composizione rinascimentale. Interessante incontro con l’arte antica e i soggetti esternamente contemporanei ma con il rigore classico della composizione, totalmente priva di imperfezioni.
Fino al 30 giugno

 

Galleria nazionale d’Arte Antica a Palazzo Barberini  Il trionfo dei sensi. Nuova luce su Mattia e Gregorio Preti, a cura di Alessandro Cosma e Yuri Primarosa.

La mostra ruota attorno all’Allegoria dei cinque sensi delle Gallerie Nazionali, proveniente dalla collezione Barberini. Il dipinto, restaurato per l’occasione, sarà presentato accanto a undici altre opere inedite eseguiti da Mattia e Gregorio Preti. Si getta nuova luce sul periodo romano dei due artisti.
Fino al 16 giugno

 

MILANO

Palazzo Reale:

Una mostra da non perdere in cui saranno esposte diciannove opere su 35 riconosciute al grande Maestro, tra cui i capolavori provenienti da Palazzo Abatellis di Palermo e dal Museo Regionale Interdisciplinare di Messina. La mostra è guidata attraverso i taccuini di Giovan Battista Cavalcaselle, storico, scrittore e critico d’arte del ‘800, che ricostruiscono il primo catalogo di Antonello.
Fino al 02.06.2019

Una favola di bellezza che, nella Sala delle Cariatidi, si trasforma, per l’occasione, per accogliere il “ Ciclo di Orfeo “ e che ci fa rivivere con 23 tele e grazie a un particolare allestimento, uno dei più singolari complessi figurativi del Seicento in Italia.
Fino al 14 Luglio

 

FIRENZE

Palazzo Strozzi:  Verrocchio, il maestro di Leonardo.
Curata da due tra i maggiori esperti del Quattrocento, Francesco Caglioti e Andrea De Marchi, la mostra viene ospitata a Palazzo Strozzi, con una sezione speciale al Museo Nazionale del Bargello. Comprende oltre 120 opere tra dipinti, sculture e disegni, con prestiti provenienti da oltre settanta tra i più importanti musei e collezioni private del mondo. È la prima retrospettiva mai dedicata al Verrocchio mostrando al contempo gli esordi di Leonardo da Vinci, con sette sue opere, alcune delle quali per la prima volta esposte in Italia, inoltre offre uno sguardo sulla produzione artistica a Firenze tra il 1460 e il 1490 circa, all’epoca di Lorenzo il Magnifico.
Fino al 14 luglio

Museo Novecento: Exit Morandi curata da Maria Cristina Bandera e Sergio Risaliti.
L’artista che Longhi, in veste di nuovo titolare della cattedra di Storia dell’Arte all’Università di Bologna evocava con queste parole: “Morandi non sarà secondo a nessuno” è stato definito al suo tempo come artista di avanguardia e al contempo profondamente antico. Ci saranno in mostra a Milano, nature morte, paesaggi, fiori e una serie di incisioni.
Fino al 27 giugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *