La Lampadina – Mostre ed esposizioni: novembre 2019

LONDRA

National Portrait Gallery

  • Elisabeth Peyton: Aire and Angels
    La retrospettiva, che riunisce i ritratti più interessanti ed originali di una delle artiste americane contemporanee più celebri ed amate, ci permette di scoprire lo straordinario processo creativo della Peyton, che vive e lavora a New York, ed esplorare lo sviluppo e l’evoluzione della sua arte unica ed inconfondibile, dagli anni Novanta fino ad oggi.
    Fino al 5 gennaio 2020
  • Pre-Raphaelite Sisters
    Una raffinata mostra costruita intorno al movimento dei Preraffaelliti’, visto ed analizzato, in questa occasione, dal punto di vista femminile. In questo movimento, ispirato al mondo medievale, gli artisti cercavano la purezza e la semplicità.
    Una pittura raffinata, eterea ed elegante che oscilla tra presente e passato ed esprime l’inquietudine e la malinconia della società vittoriana.
    Fino al 26 gennaio 2020

ROMA

MAXXI: Della materia spirituale dell’arte: curata da Bartolomeo Pietromarchi
19 artisti della scena internazionale interpretano il tema dello spirituale, in dialogo con reperti archeologici della storia arcaica di Roma. Una mostra difficile ma interessante che la Lampadina vi porterà a visitare a breve con il prezioso aiuto di Ludovico Pratesi. Teneteci d’occhio!
Fino all’8 marzo 2019

 

Accademia di Francia. Villa Medici Un’Antichità moderna
Questa mostra riprende l’idea dell’appropriazione dell’antichità romana classica in Francia.
È concepita in collaborazione con il Museo del Louvre: quattro secoli di acquisizioni, dalla creazione dell’Accademia nel XVII secolo sino ai nostri giorni.
Fino al 26 gennaio 2020

 

Palaexpo: La dinamica dei mostri: da Carlo Rambaldi a Makinarium.
Una mostra dove portare i ragazzi che senz’altro si divertiranno nello scoprire le creature create dal genio di Carlo Rambaldi (1925-2012), l’uomo degli effetti speciali, colui che le ha trasformate in protagoniste dei numerosi film in cui ha collaborato: E.T., King Kong, Alien, ecc.
Troveremo materiale proveniente dal suo archivio privato, che enfatizza la brillante tradizione artigianale italiana come “marchio di qualità” che da sempre distingue le maestranze cinematografiche del nostro paese. La mostra documenta anche il lavoro delle generazioni successive a Rambaldi.
Fino al 6 gennaio 2019

PARIGI

Bibliothèque Mazarine Livres au miroir: Marguerite de Merode
Marguerite de Merode chiede a 27 personaggi della cultura francofona di scegliere per lei un libro che considerano abbia cambiato, influenzato la loro scelta di vita. Chiede loro di scrivere un breve testo giustificando la loro scelta, di scegliere un passaggio del libro che ritengano importante. Con questi elementi, l’artista comporrà per ognuno di loro un pannello, in cui due fotografie, realizzate da lei (dell’interno segnalato e dell’esterno del libro, compagno del loro viaggio) dialogano con il testo ricevuto. La mostra presenterà nella grande galleria della storica Bibliothèque Mazarine, le sue 27 opere che, insieme, creano il profilo del mondo intellettuale francofono; tanti ritratti di questi importanti autori, che hanno partecipato al suo lavoro: ritratti dell’anima attraverso la scelta del loro libro.
Fino al 1 febbraio 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *