Damien Hirst in quarantena

Damien Hirst in questo periodo di forzato lockdown ha risposto su Istagram a 100 domande inviate dai suoi 675.000 followers. L’intervista, chiamata da lui stesso On the Psychiatrist’s Couch, è divisa in 4 parti di 14 minuti ciascuna e in essa risponde alle domande più varie: cos’è l’arte? Cosa pensi della pop art di strada? Quale sarà la tua eredità artistica? Come fai a dominare il mercato dell’arte? Cosa succede se si disintegra la formalina dove è inserito lo squalo? Hai mai dipinto con i tuoi genitali? Ammiro le tue opere ma non posso permettermele, mi potresti dare una tua magllietta? Quali sono le tue patatine preferite? E altro ancora…
Uno degli utenti che aveva visto per la prima volta una delle sue opere molti anni fa, le aveva considerate ”cacca”, poi dopo 10 anni ne ha comprata una a 200 mila sterline…
Guarda il video della seconda parte dell’intervista e ascolta qualche sua risposta qui.
CV

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments