LETTERE DALLA QUARANTENA – Sospesi

di Simonetta Pacini Verga, Autore Ospite de La Lampadina

Sospesi….ignari…. in attesa perenne.
Numeri e pareri discordanti, riaggiornati e spiegati per l’ennesima volta.
Cosa siamo? Chi siamo? Non è facile considerarci ancora esseri umani e non tabelle sbattute su video e schermi televisivi.
Dove stiamo andando ? Cosa ha senso se non i legami familiari sopravvissuti a questo tifone epidemico. Si può fare? Non si può fare?
Sarà giusto non vederci, rimandare e farci bastare le poche parole scambiate al cellulare?
Non c’è scelta… toccarci usare le nostre mani come abbreviazioni a tante parole, un abbraccio che trasmetta onde affettive altrimenti inspiegabili … vietato, rimandato … a quando? (auspichiamoci a presto) non c’è scadenza, non c’è certezza.
Soltanto attesa e sospesa consolazione in ognuno di noi da elargire con forza e ottimismo perché non abbiamo nulla se non l’apparente calma e il controllato equilibrio da tenere come ultimo appiglio da  elargire giornalmente a noi e a chi amiamo per darci reciproca forza.
Veniamo a conoscenza di ignare resistenze di cui nessuno di noi nella nostra generazione aveva dovuto mettere alla prova.
Mi sento più vicina e capisco sulla mia pelle quanto nel tempo e sotto tante dittature cosa l’essere umano ha dovuto tener conto per poter sopravvivere.
Quando si riordineranno gli equilibri e ritroveremo la leggerezza, ricordiamoci della fragilità che sarà la nostra forza.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments