Mostre ed Esposizioni – Febbraio 2021

Finalmente Roma si riappropria della cultura!

Riaprono i musei, le mostre: il Palazzo delle Esposizioni, il Macro e il Mattatoio e Musei Capitolini, il Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, il Museo di Roma a Palazzo Braschi, il Museo dell’Ara Pacis, il Museo di Roma in Trastevere. Senza dimenticare la Galleria d’Arte Moderna, i Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Napoleonico, il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese.
Non posso fare a meno di ricordare ancora una volta la frase di Riccardo Muti. “Zittire la cultura significa abbrutire il popolo. Se togliamo ai nostri figli la possibilità di avvicinarsi all’arte, alla poesia, alla bellezza, in una sola parola alla cultura, siamo destinati a un futuro di gente superficiale e pericolosa.”

Come non dargli ragione!

Ricordatevi delle proposte già fatte in passato. Si possono riprendere in considerazione con immensa gioia! Ma non il fine settimana, e questo glielo concediamo.

Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali: Napoleone e il mito di Roma
Curata da Claudio Parisi Presicce, Massimiliano Munzi, Simone Pastor, Nicoletta Bernacchio.
Nell’anno in cui ricorre l’anniversario del bicentenario della morte dell’imperatore francese questa mostra è dedicata agli scavi promossi da Napoleone Bonaparte nella città di Roma.
Fino al 31 maggio 2021

 

Ara Pacis: Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza
A cura di Alessandra Mauro.
Quando potremo di nuovo viaggiare liberamente per il mondo? Per questo motivo non si può perdere la possibilità di intraprendere con Josef Koudelka il suo meraviglioso viaggio durato trent’anni, iniziato nel 1991 a Delfi, in Grecia, e terminato a Petra, in Giordania, nel 2018. Con cento immagini panoramiche in bianco e nero la mostra traccia il percorso fatto dal fotoreporter ceco Josef Koudelka con l’intento di scoprire le radici e la storia del Mediterraneo.
Il fotografo «racconta il rapporto tra l’uomo e il mondo, le tracce che le persone lasciano sul territorio e che si sedimentano nel tempo». Partiamo?
Fino al 16 maggio 2021

 

Museo Crocetti: WOMAHR – Women_Art_Human Rights for Peace.
Curato da Lorenzo Canova e Piernicola Maria Di Iorio
Questa mostra non dura molto, ma può essere l’occasione di scoprire questo sconosciuto piccolo museo “Museo Venanzo Crocetti” che accoglie le opere realizzate dallo scultore in un arco temporale di oltre settant’anni di attività creativa. Le opere esposte, in questo contesto, sono dedicate in modo specifico ai diritti delle donne utilizzando tutti i diversi strumenti espressivi della contemporaneità, dalla fotografia alla pittura, dal disegno all’installazione e alla scultura, fino al video e alle opere digitali.
Fino al 15 febbraio 2021

 

Il MACRO: Museo per l’Immaginazione Preventiva
Con l’arrivo di Luca Lo Pinto, ex curatore alla Kunsthalle di Vienna, e la proposta del suo progetto “museo per l’immaginazione preventiva” si è potuto finalmente trovare un curatore in grado di assicurare un alto livello di qualità al museo che ne aveva veramente bisogno. Questo progetto coinvolgerà il MACRO per tre anni (dal 2020 al 2022), trasformandolo in un’unica grande mostra, intesa come forma e luogo di produzione culturale. Il titolo è un omaggio al progetto Ufficio per l’Immaginazione Preventiva, creato a Roma nel 1973 dagli artisti Carlo Maurizio Benveduti, Tullio Catalano e Franco Falasca. Un prototipo di “agenzia” per la promozione di operazioni artistiche al di fuori dei circuiti deputati, fondata da artisti per gli artisti con l’intento di insinuarsi nella vita quotidiana della città di Roma, e non solo.

 

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments