CULTURA – Nicolas Chauvin, chi era costui?

“Sciovinismo” è un termine vagamente dispregiativo che si sente usare spesso, per indicare una degenerazione del pensiero della quale, si dice, i francesi in particolare siano affetti.
La Treccani lo definisce: Nazionalismo esclusivo ed esaltato, che si esprime in un’aprioristica negazione dei valori e dei diritti degli altri popoli e nazioni, per estens., campanilismo, spirito di parte gretto e intransigente.
Come Marxismo viene da Marx, sciovinismo proviene da Chauvin, Nicholas Chaivin.
Chi era costui?
La descrizione più dettagliata del personaggio la fa Jacques Arago, un giornalista scrittore e disegnatore francese della prima metà dell’800: Nicolas Chauvin, nato nel 1770 a Rochefort. Soldato a diciotto anni, ha fatto tutte le guerre della Rivoluzione francese e le campagne napoleoniche. Ferito diciassette volte, ferite tutte ricevute sul davanti, ha subito l’amputazione di tre dita, la frattura di una spalla e ha il viso sfigurato da una granata. Grande estimatore di Napoleone dal quale è stato premiato con una sciabola d’onore, un nastro rosso e duecento franchi di pensione, “riposa al sole nel suo paese attendendo che una croce di legno protegga la sua tomba”.
La sua dedizione all’Imperatore e il suo patriottismo sono stati oggetto di numerose opere teatrali e di vaudevilles dell’Ottocento. Perfino  Alphonse Daudet, l’autore di Tartarin di Tarascona, gli ha dedicato uno scritto.
Così Nicolas Chauvin, il contadino-soldato, è divenuto famoso in tutto il mondo. Dal suo nome è derivato il termine originario “chauvinisme”  tradotto in  tutte le lingue: in italiano “sciovinismo”, in inglese “chauvinism”, in tedesco “chauvinismus”, in spagnolo”chauvinismo” ecc.Poiché mi era praticamente sconosciuto, spinto dalla curiosità, ho cercato di saperne di più. Ho scoperto che…. Nicolas Chauvin fisicamente non è mai esistito. Si tratta infatti di un “personaggio letterario” nel quale si cristallizza il mito del contadino -soldato!
Un universitario francese, tale Gérard de Puymège, per la sua tesi di laurea in scienze politiche gli ha dedicato un grosso lavoro di ricerca. La conclusione, priva di qualsiasi ombra di dubbio, al quale è giunto è stata: non è mai esistito alcun uomo rispondente al nome di Nicolas Chauvin.
È interessante notare come, ancora oggi, l’Enciclopedia Britannica, la più antica Enciclopedia in lingua inglese – secondo quanto si legge su internet – lo definisce “soldato francese”. (L’edizione italiana di Wikipedia prudenzialmente annota invece  “molto probabilmente immaginario”).
Il de Puymege ha ricondotto la “nascita” del mito Chauvin aIla compilazione di un certo numero di archetipi attribuiti ai soldati napoleonici e ripresi da scrittori, poeti e storici.
Secondo il de Puymege, Chauvin è un’espressione rinnovata del mito del contadino-soldato, già presente nell’antichità ad esempio nella figura di Cincinnato, l’agricoltore chiamato alla salvezza di Roma assediata dai nemici. Questo mito è stato rivalutato nel secolo dei Lumi in particolare dai fisiocrati  e da Rousseau con l’esaltazione del lavoro agricolo e messo al centro della struttura sociale per la considerazione che ha nei confronti della proprietà e della nazione.
Nicolas Chauvin è l’eroico campione della difesa della nazione e il “patriota” per eccellenza, umile, senza tanti grilli per la testa, ma disposto a sacrificare la vita per la difesa della Patria. Esaltato dai “nazionalisti” e dileggiato dagli altri..
Si dice che uno dei primi che abbia usato il termine “sciovinismo” sia stato Lenin nella sua polemica contro la social-democrazia.
Insieme con il declino del tema della Patria, con le tragiche esperienze storiche vissute a motivo di un esasperato nazionalismo, con l’esaltazione dell’internazionalismo e della “fratellanza universale”, il termine sciovinismo ha accentuato nel tempo  la sua accezione negativa.
Oggi chiunque avanzi una qualsiasi pretesa “identitaria” viene sbrigativamente tacciato di essere “sciovinista” ed escluso da qualsiasi considerazione.
Chauvin non è mai esistito ma lo sciovinismo sì.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments