La nascita delle incubatrici

I bambini settimini nel passato avevano poche possibilità di sopravvivere, anche se settimini furono nomi prestigiosi quali Picasso, Einstein, Churchill.
Fu un certo Martin Arthur Couney che, apprendista di un famoso ostetrico e neonatologo parigino, Pierre Constant Budin, per primo iniziò a diffondere per l’Europa la vera e propria incubatrice per i piccoli nati prematuri. Iniziò nel 1896 con la grande esposizione industriale di Berlino. Girando di esposizione in fiere, si spostò in America e a Coney Island in un famoso luna park, in una sezione che Couney stesso chiamò “Infantorium”, furono esposte le prime incubatrici realizzate. All’epoca i bambini prematuri avevano  esigue speranze di sopravvivere e le famiglie prestavano i propri piccoli con la speranza che potessero riuscirci.  I frequentatori pagavano per vedere gli uomini a due teste, i piccolissimi esposti e le tante stranezze della natura.. Comunque sia, sembra che l’incubatrice di Couney salvò circa 6500 bambini degli 8000 nati in quel periodo.
CV

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments