Vaticano e arte

Si sa che finalmente Il Vaticano ha deciso di partecipare alla 55 esima biennale di Venezia. La Biennale gli ha infatti messo a disposizione le enormi Sale d’Armi dell’Arsenale accanto al Padiglione dell’Argentina. Sappiamo ora, anche, quali saranno gli artisti selezionati dall’equipe messa in piedi dal curatore Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani. La scelta definitiva è caduta su tre progetti – Studio Azzurro, Josef Koudelka e Lawrence Carroll – e una presenza storica, quella di Tano Festa..
Sotto l’occhio critico di tutti, sufficientemente laica e abbastanza internazionale, l’operazione Biennale sembra essere perfettamente riuscita. La squadra vaticana sembra essere stata capace di ristabilire l’eccezionale rapporto che per secoli ha legato la Chiesa agli artisti e che oggi si tenta di ricucire.
MdM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *