VIAGGI – Come è bello viaggiare: Hong Kong

Hong-Kong
L’aeroporto con il maggior traffico al mondo. La città con la più alta concentrazione di abitanti! Lo skyline più fantastico che si possa pensare con 7829 grattacieli che di notte fanno spettacolo sulle facciate.
Erano vari anni che ci pensavo, poi una bella occasione è capitata e non c’erano più scuse.
La città è in continuo cambiamento quindi le guide sono stampate ogni due anni e diventano subito vecchie.
Attenzione a scegliere il momento giusto, poi se non vi spaventano 11 ore e mezzo di volo diretto, vale la pena di partire.
Unico museo che abbiamo visitato, il Liangyl, piccolo ma raffinatissimo, ha una collezione preziosa di mobili cinesi antichi, è un museo privato e bisogna prenotare.
Hong Kong è stretta tra la baia e le verdi e lussureggianti montagne, tra passato e futuro, tra il treno a cremagliera che sale al Victoria Peak e i tram strettissimi (ding ding) che attraversano numerosi la città, tra aliscafi che sfrecciano e antiche giunche con le vele rosse che languide veleggiano nella baia, antichi templi profumati di incenso vicino a grattacieli d’acciaio e scale mobili che attraversano sollevate la città. Utilizzate il taxi, ce ne sono molti e costano pochissimo.
Dopo aver demolito quasi tutti gli edifici antichi, la comunità di Hong Kong ha fatto un passo indietro e ora li restaura e li offre per nuove iniziative. Come Parigi che ora piange la fine dei mercati delle Halles e non riesce a trovare una nuova funzione per quello spazio. Per esempio la vecchia stazione di polizia coloniale con grande cortile interno (Tai Kwun) è ora diventato un centro per mostre, concerti, piccoli ristoranti e il vecchio edificio alloggio della polizia è ora un centro per i piccoli artigiani e negozi di design (PMQ).
Hong Kong è conosciuta per il suo ottimo cibo, anatra laccata in primis, da mangiare possibilmente al top floor del Mandarin Oriental o al Club della Bank of China (i camerieri vestono ancora l’antica divisa); subito dopo i dim sum (ravioli) in mille versioni.
Una giornata la dedicherei ad una gita a Macau, antica colonia portoghese, ci si arriva con un’ora in aliscafo. Oggi è molto frequentata per i Casino, una specie di Las Vegas… anche lì alberghi modello Venezia o Disney World! Orribili.
Vi sconsigliamo anche il super famoso ristorante “Antonio”, niente di che. Andate invece a fare una passeggiata nella parte vecchia che mantiene ancora il suo fascino.

PRO – TUTTO QUANTO C’È DI PIÙ MODERNO – SPOSTAMENTI FACILI E BEN INDICATI

CONTRO – TUTTI SEMPRE DI CORSA

Guarda la foto gallery di Lucilla su Hong Kong

La HK University progettata da Zaha Hadid
« 1 di 26 »

1 commento per “VIAGGI – Come è bello viaggiare: Hong Kong

  1. Anto
    2 Aprile 2019 at 13:22

    E brava Lucilla… sintetica e esauriente:mi hai fatto venire la voglia di partire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *