ABBIAMO OSPITI/CULTURA – Münchhausen

Articolo di Marco Patriarca, Autore Ospite de La Lampadina

Le pandemie producono cose contrastanti: da una parte chiusura, disagio e solitudine; dall’altra stimola un irresistibile istinto di fuga; chi può fugge in piccole cittadine dove tutto è più facile, nei borghi o in campagna, possibilmente non troppo lontano da casa; niente migrazioni in altri paesi o regioni dove il virus se non è già arrivato potrebbe presto arrivare.
Per questo si stanno riprendendo le ipotesi di cambiare pianeta; un‘idea non nuova. Per esempio la Luna.

Le ragioni di questa scelta non sono poche: gli abitanti della luna – per  esempio – quando sono vecchi non muoiono ma si dissolvono nell’aria o svaniscono in fumo. Hanno altre caratteristiche del tutto affascinanti: per chi sulla Luna potrebbe soffrire di nostalgia delle terrestri tecnologie mediatiche, visive e acustiche. I lunari, assai curiosi, possono levarsi e rimettersi gli occhi e, quando li tengono in mano, ci vedono ugualmente bene come se li avessero al posto giusto. Se per caso ne perdono uno possono ricomprarne un altro, anche di un colore diverso.

Quando i politici vogliono sapere che cosa faccia o pensi il popolo, per scoprirlo, mandano in giro per le strade solo la testa in incognito per sapere che cosa accade. Appena saputo, la richiamano e quella ritorna.

Il silenzio cosmico poi, pare sia una vera scoperta: non è affatto monotono come molti credono, m

a modulare e contrappuntato dall’eco di brevi successioni di note musicali inclassificabili, per le quali, in un suo spartito, Ravel avrebbe scritto “lointain”.

Pare che per i viaggiatori all’estero che, tornati a casa, raccontano frottole, falsità, straparlano e si inventano qualsiasi cosa per attirare l’attenzione, sia prevista una punizione terribile: vengono appesi per le gambe ad altissimi alberi. Qualcuno trova un simile trattamento troppo crudele; ma è impossibile non ricordare a tutti che il primo dovere di un viaggiatore è quello di non raccontare mai balle ed essere sempre fedele alla verità, proprio come faccio io nei miei racconti.

Parola di Münchhausen.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments