Cosa FAI oggi?

FAI-Logo-deleg-RomaLe Giornate FAI di Primavera, di cui si appena conclusa l’edizione 2014 con l’apertura straordinaria a Roma dei siti augustei, hanno registrato un afflusso di oltre 15,000 visitatori: un successo che aumenta ogni anno e che riaccende la passione per l’arte e l’archeologia romana. Tanto che la Delegazione FAI di Roma, in collaborazione con Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione della Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma, ha ideato COSA FAI OGGI, un’iniziativa culturale che prevede altre tre aperture straordinarie durante l’anno con le stesse modalità di una Giornata FAI di Primavera, e cioè visite gratuite a cura dei volontari FAI a monumenti e siti archeologici poco conosciuti dal grande pubblico perché abitualmente non accessibili.

Il prossimo appuntamento di COSA FAI OGGI è in programma sabato 10 maggio dalle ore 10 alle ore 17 (ultima entrata ore 16.30), con la visita ai RESTI DELL’ACQUEDOTTO VERGINE IN VIA DEL NAZARENO.

Per i lettori de la Lampadina è stato organizzata una visita alle  ore 11.00!
Prenota la tua visita mandando una email a eventi-appuntamenti@lalampadina.net

oppure clicca qui per info

Via del Nazareno (prosecuzione di via Sant’Andrea delle Fratte verso via del Tritone) è un percorso abL'acquedotto vergineituale per moltissimi romani, ma anche per i turisti che da Piazza Spagna sciamano verso Fontana di Trevi.
Eppure sono in pochi a notare, dietro un cancello situato in prossimità del numero civico 9, una straordinaria testimonianza archeologica, una di quelle sorprese che bloccano il fiato per l’emozione. In basso rispetto all’attuale livello di calpestio, si stagliano in maestosa solitudine tre arcate di un acquedotto. Già il tipo di architettura, in bugnato rustico con grossi blocchi di travertino, suggerisce che è un rifacimento dovuto all’imperatore Claudio, ma la conferma ufficiale è sull’iscrizione:
“Tiberio Claudio…. ricostruì e restaurò dalle fondamenta gli archi dell’acquedotto dell’Acqua Vergine, danneggiati da Gaio Cesare (Caligola). Il tratto di via del Nazareno è il più importante fra quelli ancora visibili nel percorso urbano dell’acquedotto Vergine, che fu costruito nel 19 a.C. da Marco Vipsanio Agrippa, braccio destro e poi genero di Ottaviano Augusto.
Fontana_di_Trevi,_Roma,_Italia_(324473836)_0Dalla sorgente situata al Km 10.500 della Via Collatina, dopo un percorso sotterraneo, l’acquedotto entrava in città all’altezza del Muro Torto, e terminava con una mostra monumentale nelle terme di Agrippa.
Era uno degli 11 acquedotti di Roma, l’unico rimasto in funzione nei secoli proprio perché sotterraneo. Ancora oggi alimenta le fontane più belle e famose: la Barcaccia a Piazza di Spagna, Fontana di Trevi e le tre di Piazza Navona.
Appuntamento imperdibile, dunque, con COSA FAI OGGI sabato 10 maggio in Via del Nazareno per rivivere il passato di Roma affinché diventi il nostro presente e il futuro di tutti.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments