MOSTRE E APPUNTAMENTI: le proposte de La Lampadina per GIUGNO


APPUNTAMENTI

Roma, Sabato 21 giugno dalle 17.00, Palazzo Firenze (Piazza Firenze 27), Letteratura Rinnovabile, Società Dante Alighieri e I Parchi Letterari®, per festeggiare insieme la Notte delle librerie e della Musica Vi invitano a Letti di notte a Palazzo Firenze.
La notte bianca del libro alla presenza degli autori, un concerto dedicato ai Beatles e giochi “letterari” da spiaggia …Leggi il programma qui.

 

A Ma Nouvelle Maison, mercoledì 25 giugno alle 19.00 appuntamento NL29 - spalla - mostre appuntamenti-La mente dipinta
de L’àperilibro con Alfonso Troisi che presenta il suo ultimo libro “La Mente dipinta. La scienza del comportamento nascosta nei capolavori della pittura” (Giovanni Fioriti editore). A dialogare con l’autore, psichiatra evoluzionista, sarà Emanuela Spagnoli, storica dell’arte.

 


 “Todo y nada”, Dante Ferretti e Oliviero Rainaldi, un omaggio a San Juan de la Cruz. Il 3 luglio alle 21.00 il Tempietto del Bramante al Gianicolo, sarà aperto al pubblico per la prima volta dopo 500 anni, ed ospiterà il vernissage di una mostra davvero interessante.
Dal 4 luglio al 30 settembre 2014.

MOSTRE

VERONA
Palazzo della Gran Guardia di Verona. “Paolo Veronese. L’illusione della realtà”, curata da Paola Marini.
La mostra, allestita nel monumentale Palazzo della Gran Guardia di Verona, ripercorre l’opera ell’artista con cento opere, fra dipinti e disegni, provenienti dai più prestigiosi musei italiani e internazionali ed è composta da sei sezioni espositive. E la più importante esposizione realizzata in Italia dalla rassegna ‘Veronese e Verona’, tenutasi nel 1988 al Museo di Castelvecchio.
Dal 5 luglio al 5 ottobre 2014.

Londra
Victoria & Albert Museum: The Glamour of fashion.
Con oltre centoventi tra abiti e accessori in mostra nelle sale del museo britannico, il Victorian & Albert rende un omaggio importante al meglio della grande moda italiana. La mostra copre un arco cronologico che va dal dopoguerra ad oggi, con una selezione di preziosissimi abiti e accessori delle griffe più importanti che hanno contribuito a creare il mito dell’Alta Moda e del made in Italy.
fino al 27 luglio 2014.

Roma
Casa delle Armi del Foro Italico. “Essere in movimento” Tittina Maselli a cura di Bartolomeo Pietromarchi.
La mostra è un ottimo pretesto per scoprire l’interno della Casa delle Armi, importante opera di Luigi Moretti al Foro Italico (1936). La esposizione costituisce con quaranta tra dipinti e opere su carta un importante retrospettiva dedicata a Titina Maselli.
Dice Pietromarchi: “Incentrata, come sottolinea il titolo, sulle opere con soggetti sportivi che Maselli elabora, fin dalla fine degli anni Quaranta e per quasi cinque decenni, a partire da immagini di calciatori, ciclisti e pugili colti nel pieno dell’azione”
Fino al 27 luglio 2014.

 

 

Vi suggerisco una selezione di gallerie nel centro di Roma da visitare appena rinfresca un po’ l’aria:
Valentina Bonomo: “Baratto”, mostra di Enzo Cucchi e Christopher Le Brun curata dalla Moon Rainbow Editions.
NL29 - spalla - mostre - CucchiMostra nata dalla collaborazione dei due artisti.
Enzo Cucchi presenta per la prima volta un nuovo ciclo di affreschi con inclusioni in ceramica e pittura ad olio e Christopher Le Brun, anche lui, presenta per la prima volta a Roma, le sue sculture in bronzo ed un olio su tela su di un tema classico.
Fino al 30 luglio 2014.

Edieuropa: “Immagini del Colore. Focus on Marcia Hafif.” Insieme all’Accademia NL29 - spalla - mostre - Edieuropa - HafifFrancese, la galleria ci offre uno sguardo sul lavoro di Marcia Hafif.
La sua è una una pittura astratta, verso la scomparsa delle forme e dei colori al di là della pittura.
Fino al 25 giugno 2014.

NL29 - spalla - mostre - Perino e VeleAnna Marra Contemporanea: Perino & Vele “Handle with care”, a cura di Lorenzo Respi. Con i loro lavori di carta pesta, Perino & Vele giocano con la leggerrezza della materia per avvicinarsi ad una ricerca sui temi legati alla nostra società e il tempo presente..
Fino al 31 luglio 2014.

Federica Schiavo Gallery: Jay Heikes, “Ra” L’artista è affascinato sia dal lavoro sulla radio-attività di Marie e Pierre Curie sia dal mito legato alla divinità egizia del sole.
Fino al 2 luglio 2014.

 

NL29 - spalla - mostre - Elger EsserGalleria Alessandra Bonomo: Elger Esser,  “Ab Olympo”. Nel ritorno ai tempi della sua infanzia, l’artista si avvicina al ricordo delle visite fatte col padre ai Giardini di Ninfa e da’ al suo lavoro fotografico un sapore decisamente nostalgico.
Fino al 30 luglio.

Exelettrofonica Pesce Khete,  “There should be a list somewhere”.NL29 - spalla - mostre - Pesce Khete
“Il mio lavoro nasce dal costante tentativo di raggiungere con un salto un punto oltre la mia altezza”, commenta l’artista parlando della sua pittura che esprime, dipingendo sulla carta, un ripetuto “salto nel vuoto” che vive ogni volta che si prepara a dipingere.
Fino al 30 settembre 2014.

Magazzino: Mircea Cantor, “Ti do la mia giovinezza”. L’artista rumeno, che vive e NL29 - spalla - mostre - Magazzino - Kantorlavora a Parigi, presenta un progetto espositivo basato su nuove opere, create appositamente per gli spazi della galleria. Crea opere di carattere universale che sottilmente ci portano verso riferimenti poetici e attuali.
Fino al 26 luglio 2014.

28 Piazza di Pietra: Carola Ducoli – Vasilij Vasil’evic Kandinskij curato da NL29 - spalla - mostre - DucoliFrancesca Anfosso. Riprendendo il lavoro  di Kandinskij, “Lo spirituale nell’arte”, l’artista mischia fotografia, musica, pittura e colori e ci presenta la sua visione del corpo femminile e della donna di oggi cercando di unire i colori, la psicologia, la musica, la pittura e la fotografia.
Fino al 25 luglio 2014.

 

 

ANCORA DA VEDERE

BRUXELLES
Palais des Beaux arts:  MICHAËL BORREMANS  “As sweet as it gets” con la partecipazione di Jeffrey Grove curatore del museo d’arte contemporanea di Dallas
NL28 - spalla - mostre - BorremansUna formidabile esposizione di questo artista che gareggia facilmente con i grandi del passato. L’esposizione di Bruxelles con un centinaio di opere scelte fra il suo lavoro degli ultimi vent’anni (pittura, disegno e video) ci presenta un artista di immenso talento classico usato però con dei risultati davvero inquietanti. Tutto il lavoro di Michaël Borremans è intriso dall’”enigma”. L’artista, nato in Belgio nel 1963, nasce come grafico e fotografo, ma dimostra nella pittura e nel disegno una capacità tecnica sorprendente. Nel guardare le opere in mostra si prova uno strano disaggio, però. Delle immagini, in apparenza banale, che sembrano tratte da libri antichi, danno, nell’osservarle meglio, un senso di angoscia per certi piccoli dettagli inseriti che disturbano il senso del comune dando una sensazione di estraneità,  intriso da una violenza sottile.
E raro comunque, oggi giorno, incontrare un artista di questo livello. Le sue opere, tre all’anno, sono molto difficile da vedere nelle gallerie o nelle fiere perché vengono immediatamente comprate dalle varie collezioni private o dai grandi musei esteri con fondi illimitati.
Per chi passa a Bruxelles questi giorni raccomando di non perdersi questa mostra eccezionale. Fino al 3 agosto 2014

Roma
Il sistema museale della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale: Sulle orme di Eracle

– Eracle nelle Collezioni del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia
– Eracle tra i Falisci. Il sogno dell’immortalità Civita Castellana, Museo Archeologico dell’Agro falisco – Forte Sangallo
– Eracle nelle Collezioni del Museo “Claudio Faina” Orvieto
– Eracle nelle Collezioni della Galleria Nazionale d’Arte antica in Palazzo Corsini.
NL28 - spalla - mostre - eracle- hydria-con-Eracle-Cerbero-ed-Euristeo-L’Herakles greco, l’Hercle etrusco, l’Ercole italico e quello romano sono stati, attraverso i secoli, fonte di ispirazioni per quantità di scultori e pittori fino ai nostri tempi. L’eroe, esempio simbolo di vitalità e coraggio, riesce a conquistare il premio dell’immortalità e viene in quanto tale ripreso come eroe moderno in varie culture tra Oriente e Occidente.
Fino  9 novembre 2014

Macro Testaccio alla Pelanda: Roma capitale della Street Art: Avanguardie Urbane, Street art and the city.
«Roma ospita la migliore arte del mondo, dipingere sui suoi muri non è semplice, né è così facile confrontarsi coi luoghi di Raffaello, Bernini, Michelangelo, Caravaggio» dice Stefano Antonelli di 999Contemporary che si è fatto promotore della rivalutazione di questa forma artistica, cercando di fare, di Roma, dalle periferie sino ad abbraciare l’intera città, “una delle grandi capitali della Street Art europea”.
Dodici artisti, sei italiani e sei francesi, si confrontano  alla Pelanda con il linguaggio della street art di NL28 - spalla - mostre - Avanguardia urbananuova generazione. Saranno oltre duemila i metri quadri dedicati all’esposizione delle opere tra “indoor” e “outdoor”, cioè l’area esterna del complesso dell’ex mattatoio, che sarà pronta per permettere agli artisti più giovani di confrontarsi con i “grandi” della street art. Ci saranno anche musica, street food e tante iniziative intorno alla mostra..
Dal 7 giugno al 10 agosto.

Museo Nazionale Romano in Palazzo Altemps: “La Gloria dei Vinti. Pergamo, Atene, Roma”, curata da Filippo Coarelli. I protagonisti della mostra di Palazzo Altemps sono alcuni dei vinti più celebri della storia dell’arte, ovvero i galati, sconfitti dal re greco Attalo I nel terzo secolo a.C. “il popolo più potente e bellicoso che allora viveva in Asia”.
NL28 - spalla - mostre - Piccolo-Donario-Dying_gaulCon queste 17 statue esposte nei saloni di Palazzo Altemps si restituisce la fama a questo valoroso popolo. La mostra si tiene in occasione del quinto centenario della scoperta di dieci tra le sculture che componevano il cosiddetto Piccolo Donario Pergameno, e ora esposte per la prima volta insieme. Le opere esposte a Roma sono tutte copie in marmo realizzate nel primo secolo da artisti greci, copie commissionate dai romani che ebbero anche una forte influenza sulla pittura rinascimentale e sulla scultura barocca.
Fino al 07 settembre

Colosseo: “La Biblioteca Infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico”. Bellissima mostra allestita da Eliana Gerotto – Dopo la visita di Obama e il restauro sponsorizzato da Della Valle è oggi il monumento più “chiacchierato” e non potete non andare a dare un’occhiata! Rome: exhibition 'The infinite library. The places of knowledge in the ancient world'
Divisa in 7 sezioni, la esposizione curata da Rossella Rea e Roberto Meneghini, con 120 tra statue, affreschi, rilievi, strumenti e supporti di scrittura documenta l’evoluzione del libro e della lettura nel mondo greco-romano dall’età ellenistica al tardo antico, così come i luoghi pubblici e privati dove si scambiava e si custodiva il sapere.
Fino al 05 ottobre 2014.

Le mostre sono a cura di Marguerite de Merode

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments