Il pensiero laterale: i dadi dalle mille facce

Tom e John giocano a dadi, devono stare attenti a non farsi sorprendere dal professore, sono infatti in fondo ad una classe, dove il professore parla di storia antica. Per rendere il gioco più interessante devono calcolare il totale dei punti nella parte nascosta dei dadi.

Tom ha tirato i dadi, questi che vediamo qui sotto; che punteggio ha realizzato?
Come fare?

 

 

RISPOSTA

Semplice calcola il valore totale dei puntini di ciascun dado, lo moltiplichi per tre e sottrai la parte visibile…. Il risultato sarà 44.

3 commenti per “Il pensiero laterale: i dadi dalle mille facce

  1. Beppe
    9 Marzo 2016 at 10:39

    Ohibò.
    Devo prendere un urgente appuntamento con l’oculista e rifarmi gli occhiali!
    Avrei giurato che erano cinque!(Forse la prospettiva fa un effetto trompe l’oeil)

  2. Carlo Verga
    8 Marzo 2016 at 22:18

    Caro Beppe i punti sul primo dado sono 4 e non 5 quindi il risultato riportato è quello giusto. A presto. Carlo

  3. Beppe
    8 Marzo 2016 at 14:02

    Non ho capito! C’è qualcosa che non mi quadra.
    Il totale dei numeri su di un dado è 21 (1+2+3+4+5+6).
    I dadi sono 3. Il totale è dunque 21*3= 63.
    Il numero di puntini che si vedono sono 20.
    Ora 63-20 fa 43 e non 44!
    Da osservare poi che i dadi non sono di tipo standard occidentale. Per questi infatti la somma delle facce contrapposte è sempre 7 cosa che non si verifica per il primo dado a destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *