ARTE – TEFAF – The European Fine Art Fair a Maastricht

Ogni anno in marzo si tiene a Maastricht TEFAF, la più importante mostra d’arte antica e moderna al mondo.
Quest’anno sarà dal 7 al 15 marzo e festeggerà il 33esimo compleanno con circa 280 espositori super selezionati, che prima di essere ammessi devono passare “le forche caudine”.
Una volta ammesso, versi circa 20.000€ a fondo perduto più l’affitto dello spazio e non è ancora tutto!
Arrivi con i tuoi quadri, mobili e oggetti e devi superare il “vetting” una commissione di esperti per tutti i settori analizza puntigliosamente le tue cose e da l’ok per la loro autenticità altrimenti te le riporti a casa!
Questa è una delle caratteristiche che rendono TEFAF (The European Fine Art Fair) unica. Il visitatore e l’ipotetico acquirente o appassionato sa che quello che vede è del tutto autentico.
Per non restare indietro a nessuno, organizza a New York 2 manifestazioni in primavera con arte Moderna – contemporanea e design e in autunno con arte antica.

Sono stata l’anno scorso a gennaio a BIAFRA la più piccola consorella di Bruxelles e vi assicuro che è stata un’esperienza magnifica! Un allestimento super, fiori ovunque e bellissimi stands per non parlare del pubblico che arrivava da tutto il mondo!
La cosa interessante come loro dicono “7000 anni di storia” in un unico posto per “raccogliere i gusti di tutti”.

Da Roma quest’anno partecipano 4 gallerie:

e siamo stati ad intervistarli per sapere dalla viva voce cosa avevano in programma di portare a Maastricht, è stato un vero piacere visitare queste belle e storiche gallerie.

Antonacci per esempio porterà, tra le altre, un’opera di Aristide Sartorio “Mattinata al mare” che rappresenta la moglie e i figli al mare di Fregene, inoltre una collezione unica di 30 opere di G. B. Camuccini.
Alberto Di Castro, alla quinta generazione, è presente da 23 anni alla TEFAF e presenterà oggetti d’arte italiani rari e inediti, tra le curiosità un orologio svegliarono monastico del 300.
Alessandra Di Castro si presenterà alla mostra con opere mai esposte come una grande scena con animali di Giovanni Vencesclao Peter, pittore attivo a Roma e presente a Villa Borghese e Palazzo Altieri, nonché pittura dal vero e classicità romana, marmi e argenti e una coppia di candelabri del Valadier.
La Galleria Virgilio proporrà opere e ritratti del XVIII secolo fino ai primi decenni del novecento, oli su carta e sculture tra cui 2 busti di Thorvaldsen e un grande ed importante ritratto del fondatore delle Assicurazioni Generali opera di G. Tominz, geniale ritrattista dell’aristocrazia italo-asburgica. Volendo passare a tempi più antichi opere di Savator Rosa e Carlo Amalfi.

La Lampadina quest’anno organizza un viaggio a Bruxelles con intera giornata a Maastricht e io non me lo voglio perdere, voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *