Gli architetti giapponesi sbancano i grandi premi internazionale

Prima gli è stato attribuito il Leone d’oro come miglior Padiglione – ispirato a Fukushima -nella scorsa Biennale di Architettura di Venezia, ed ora il Pritzker Prize, l’equivalente del Nobel per l’Architettura, è stato assegnato a uno degli architetti giapponesi più conosciuti al mondo, nonché il curatore proprio del padiglione veneziano. Toyo Ito, (1941), ed è il sesto del suo Paese a vincere quel premio.
MdM

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments