Europa, Russia e Marte

“L’Europa prevede lo sbarco su Marte con un proprio “Curiosity” tra il 2016 e il 2018. L’Italia, insieme alla Russia, subentrata agli Usa nel 2012, parteciperà quale protagonista al progetto ExoMars , nel quale saranno investiti 350 milioni. La Thales Alenia Space sarà il principale contraente verso l’agenzia spaziale europea ESA.
Il pezzo forte è rappresentato dal Rover progettato dal centro studi e attività spaziali dell’università di Padova. Il Rover sarà anche dotato di un trapano (Selex Galileo di Milano) che potrà penetrare nel terreno per oltre due metri e potrà quindi perfezionare le ricerche nel sottosuolo e rilevare eventuali presenze di elementi primordiali di vita. Il Curiosity, made in USA, disponeva di un sistema di carotaggio di soli pochi cm.
CV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *