Terremoto e altri sconvolgimenti

La cintura di fuoco delle isole del Pacifico (Fonte: United States Geological Survey)

Nelle isole del sud Pacifico, tutte molte esposte a disastri climatici e continuativi diverse strategie sono state messe in atto dai governi locali per salvaguardare le popolazioni e per la necessaria pronta ricostruzione, le più riguardano:
1 le ricerche per le coltivazioni più adatte a seguito di ciascun tipo di cataclisma.
2 Forme estese di famiglia e delle comunità disperse sul territorio. Molto spesso i cataclismi colpiscono aree differenti, è importante quindi che le famiglie e le comunità abbiano accesso o diritto di sfruttamento anche nelle aree meno colpite.
3 Un sistema politico capillare e diffuso così da favorire la diramazione di allarmi e informazioni utili alla ricostruzione dopo ogni cataclisma anche con l’aiuto di consulenti internazionali.
4 Ultima strategia curiosa ma certo efficace, l’opera di grande successo del cristianesimo sia cattolico che protestante. La fede, osservano gli studiosi, ha un effetto benefico nell’incoraggiare le comunità a rispondere attivamente alle calamità naturali con la riorganizzazione dei contesti locali sconvolti da cicloni e tsunami.
CV

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments