LA LAMPADINA – LIBRI: Crespelle gratinate. Quarant’anni al seguito di un diplomatico

Una recensione di Renata Ferrara Pignatelli

“Crespelle gratinate. Quarant’anni al seguito di un diplomatico
Anna Sanfelice Visconti
Aracne Editrice
Pagine 260

“Crespelle gratinate -quarant’anni al seguito di un diplomatico” è un racconto intimo e insieme un affresco, a volte appena abbozzato, a volte preciso, di un’epoca.
Il primo sentimento di chi legge è di immediata simpatia per la giovane famiglia che si forma su una sicura base di raffinata educazione e di solida cultura, e per i suoi orizzonti che si intravvedono già ben tracciati; ciò nonostante, l’incertezza dell’immediato futuro è sempre presente e gli accadimenti imprevisti e imprevedibili sono infiniti.
Quante soluzioni a problemi apparentemente insormontabili da trovare in un baleno… e sembra che uno spiritello amoroso sia sempre presente per dare l’aiuto determinante. Ma poi ti rendi conto che lo spiritello non è altro in realtà che il cuore e la mente dei protagonisti, che mai si rassegnano a gettare la spugna e guardano sempre avanti.
Affettuosamente e orgogliosamente è seguito l’arrivo, la crescita e i buoni risultati delle tre figlie, che restano a margine pur essendo anch’esse pilastri del percorso… in quanto la vera grande protagonista è la vita diplomatica, impegno presente e pressante in ogni parola e momento del libro. Come dirimere gli impegni, in modo ligio e secondo canoni precisi ma infondendo negli incarichi l’impronta personale, è forse il tema che mi ha maggiormente appassionato.

Ed è personalissima l’impronta che Leonardo ed Anna hanno dato al loro excursus diplomatico: rigore certamente, ma temperato dall’affettuosità di cui sono ricchi entrambi.
Aneddoti, aneddoti, aneddoti! Una gioia per il lettore, come le infinite notazioni culturali legate ai luoghi, ai costumi, al cibo… e le deliziose descrizioni dei componenti i vari staff di collaboratori, domestici e non, e degli stuoli di amici e amiche, e dei tanti personaggi importanti su cui sono spesso presenti note originali e inedite.
Tante piccole storie nella storia, da cui emerge ancora di più il lato umanissimo dell’autrice. Per la quale la Cultura in tutte le sue forme è appagamento e ricchezza, è un continuo cercare e trovare e confrontarsi. Un lavoro, un mestiere, una linea di vita da seguire gioiosamente.
Ed è proprio la cultura la seconda e ancora più luminosa protagonista del libro, che permea l’atmosfera di “Crespelle gratinate”.

Clicca qui per leggere Pagine scelte del libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *