PIANETA TERRA – L’oloturia o cetriolo di mare

Sapevate che questo invertebrato che vive sul fondo del mare è a rischio estinzione?
Nei tempi miei di pesca subacquea, ne vedevo sempre tanti sul fondo del mare, li guardavo con una certa repulsione, una cosa molliccia bitorzoluta.
In quel periodo poi, viaggiavo spesso in Korea e Cina e una delle prime sere, un pranzo importante con dei taiwanesi, me ne vedo arrivare una perfetta marrone bitorzoluta su un piatto bianco come antipasto … sono rimasto senza parole e non sono riuscito a trattenermi dal dire che, purtroppo a causa del viaggio, avevo un fortissimo mal di testa e preferivo limitarmi a qualcosa di molto leggero; le mie perplessità hanno suscitato grandi sconcerto tra i miei ospiti ma veramente non ero in grado di affrontare un piatto intero di quel genere.
Successivamente nella grande Cina ne ho assaggiati in pezzetti in piatti tipici con tanti vegetali, anche in quei casi qualche perplessità, ma poi accettati così come spesso era necessario. Il sapore, non era particolarmente appetibile.
Le oloturie sono preziose e hanno un compito importante per il mare, sono organismi che filtrano, assorbono virus, batteri, metalli pesanti e tanto altro. Per questo sono anche chiamate gli aspirapolveri di mare.
Il loro mercato in Asia è enorme e a prezzi esorbitanti, mercanti e pescatori ne sono alla ricerca in tutto il mondo e per questo sono considerati in via di estinzione, le foto riportate le ho scattate in una pescheria di Taipei.
Per fortuna esistono anche grandi allevamenti in Asia che possono limitare la raccolta, anche se quanto ricavato direttamente dal mare, è certo considerato più pregiato.
Perfino le capitanerie di Porto Italiane sono state messe in allarme, la pesca è stata proibita da quando è stato accertato che i pescatori ne facevano incetta e ne venivano imbarcati container interi per quei mondi.
Per gli Orientali i vantaggi I cetrioli di mare sono molteplici, e nonostante il loro aspetto poco gradevole.
Sono considerati un alimento molto salutare, ricchi di proteine e di vitamine, utilizzati da sempre per il trattamento di molte patologie e riconosciute le loro proprietà anti-ossidanti che rallentano l’invecchiamento. Hanno anche, dicono, un potere afrodisiaco.
Sono anche indicati per alleviare il dolore articolare e l’artrite. Aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo e sono utili per combattere le malattie infiammatorie come l’artrite reumatoide. Alcune ricerche indicano che i cetrioli di mare potrebbero contribuire a curare tumori maligni e grazie al loro elevato contenuto di acidi grassi hanno attirato l’attenzione di numerosi scienziati. In molti paesi si ritiene, infatti, che gli estratti dei cetrioli di mare possano aiutare a fermare la crescita delle cellule tumorali.
Tutte cose molto positive ma ancora qualche dubbio in più, considerata la loro possibile estinzione, nel caso mi dovessero presentare, ancora, in un ristorante o a casa di amici, una bella oloturia intera, marrone, bitorzoluta, come piatto principale… Anche se dovremmo sempre più mettere da parte l’impressione del primo aspetto di certi alimenti, considerato che insetti, vermi e quant’altro, saranno il futuro della nostra alimentazione, certo, ci dicono, più compatibili con il sistema in cui viviamo…

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments