MOSTRE ED ESPOSIZIONI – Aprile 2022

ROMA

Palazzo Bonaparte:
“Bill Viola. Icons of light”
Curata da Kira Perov, collaboratrice e moglie dell’artista, la mostra a Palazzo Bonaparte viene dedicata al più grande video-artista dei nostri tempi attraverso 10 lavori realizzati nei 40 anni della sua carriera, mettendo in evidenza i temi e le fonti di ispirazione alla loro base: da sempre interessato alla dicotomia vita/morte, l’artista ha saputo tradurne le dinamiche in opere dalla forte impronta emotiva e spirituale.
Dal 5 marzo al 26 giugno 2022

“Jago. The exhibition”
La personale di Jago, giovane artista italiano, mito per i ragazzi e fenomeno social sarà curata da Maria Teresa Benedetti. Offre l’opportunità di conoscere il mondo dello scultore nato a Frosinone nel 1987: il percorso racconta i motivi del successo di un artista che unisce un grande talento creativo all’utilizzo dei mezzi di comunicazione più contemporanei, attraverso tutte le sue opere realizzate fino a oggi, più un ultimo, nuovo lavoro che sarà completato nel periodo dell’esposizione nelle sale di Palazzo Bonaparte.
Dal 12 marzo al 3 giugno 2022

 

Musei Capitolini: Zurbaran Zurbarán a Roma. Il San Francesco del Saint Louis Art Museum tra Caravaggio e Velázquez.
Perché segnalare quest’opera che sarà esposta a Roma tra Caravaggio e Velásquez? Perché in Italia Zurbarán è poco noto, dove in Spagna è uno dei più grandi interpreti, insieme a Diego Velázquez e Bartolomé Esteban Murillo, della pittura del cosiddetto «Siglo de Oro».
Fino al 15 maggio 2022

Istituto svizzero di cultura: Mai-Thu Perret: “Real Estate”
Prima grande personale in Italia dell’artista svizzera che vive e lavora a Ginevra.
In mostra opere esistenti e di nuova produzione che si inseriscono all’incrocio tra cultura contemporanea, la critica della storia dell’arte e la materialità.
Fino al 26 giugno 2022

 

Z2O Galleria Sara Zanin: Con due sedi la Galleria, fondata da una giovane curatrice romana nel 2006, sta conoscendo un grande successo nel mondo del collezionismo romano. Lei si chiama Sara Zanin e, con successo, promuove arte giovane italiana e internazionale. I suoi artisti si sono affermati con partecipazioni istituzionali di tutto rispetto: Biennale di Venezia, Quadriennale di Roma e Festival della Fotografia. Vi incoraggio a seguire il suo lavoro.

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea: INTERTWINGLED. The Role of the Rug in Arts, Crafts and Design.
A cura del designer spagnolo Martí Guixé e della fotografa tedesca Inga Knölke.
L’intento di questa mostra è di esplorare il ruolo del tappeto e l’arazzo in campi differenti – dall’arte, all’artigianato, al design – attraversando concetti e realtà come il nomadismo, il real estate, le reti visibili e invisibili, i network digitali, l’ipertesto, la decentralizzazione del potere, la narrazione non lineare e il potere insito nel concetto di unione.
Tra i lavori esposti, artisti importanti come Carla Accardi, Gastone Novelli, Bice Lazzari, Antonio Sanfilippo, arazzi che decorarono gli interni delle turbonavi del Novecento, opere come Cromogramma di Renata Boero, Mappa di Alighiero Boetti, Sole scucito di Maria Lai e tanti altri lavori.
Fino al 4 settembre 2022

MLAC: Museo laboratorio arte contemporanea: Mario Giacomelli. Tra pittura e fotografia.
A cura di Irene Caravita in collaborazione con Archivio Mario Giacomelli.
Mario Giacomelli tra pittura e fotografia in mostra alla Sapienza. Cinquanta opere dell’artista marchigiano esposte al Museo Laboratorio di Arte Contemporanea: tempere, collage e scatti a partire dagli anni Sessanta. Tempere e collage presentati accanto ad alcune foto dell’autore da cui emergono anche suggestivi richiami formali e poetici rivelano in realtà un’attitudine compositiva e un gusto che prescinde dalla fotografia.
Fino al 14 aprile 2022

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments