Concordia parvae res crescunt…

Concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur (Con la concordia le piccole cose crescono, con la discordia anche le più grandi vanno in rovina) dal Bellum Iugurthinum di Sallustio.

***

Da alcuni mesi alle nostre riunioni ogni tanto uno di noi, anzi, una di noi, anzi esclusivamente Lucilla continua a tampinare “Ma non scriviamo niente per il numero 50? Ma non facciamo una festa per il nostro quinto anniversario?”

La zittiamo e procediamo a parlare dei numeri 45, 46, 47… ma “gutta cavat lapidem” e così eccoci qui a ricordare.

Campari e patatine..Il bar dell’Auditorium. Carlo ha convocato Marguerite insieme a me. Vuole parlarci di una sua idea. E’ mezzogiorno, buono il Campari, tante patatine e, forse sarà stato l’alcool, ma del suo discorso non abbiamo afferrato molto. Brandisce un foglietto “Occhio sul Mondo” che all’epoca parla della crisi in Grecia e ci dice che vuole fare qualcosa di simile. Afferriamo il foglietto, lo mettiamo da parte. Ci abbracciamo, sì ,ci sentiamo, sì ci pensiamo, sì ti facciamo sapere.

Ma che vuole fare?Carlo si allontana. Con Marguerite ci guardiamo e ci diciamo “BOH”.

Che gli è preso? Ma che vuole fare? Ma che razza di idea sarebbe?” Accompagnata da un gesto alla TOTO’.

Passa qualche giorno, l’invito si ripete, al bar degli Esteri questa volta. Di nuovo Campari e patatine e di nuovo”BOH”.

Ma alla terza convocazione  finalmente qualcosa abbiamo capito, ci sono anche altri chiamati e coinvolti in questa strana idea, e così il nostro foglio comincia ad avere una prospettiva di futuro più reale. Ognuno di noi scriverà di argomenti diversi, brevi, ma possibilmente curiosi, nuovi.

La nostra lampadina

Ed è cosi che nasce la nostra Lampadina.

Inviamo per mail i nostri scritti, che presto vengono arricchiti da interventi  di  scrittori esterni. Mandiamo  tristi paginette in bianco e nero da sottomettere alla redazione. Ranieri tuona: spazio dopo le virgole, non più di tre punti di sospensione, piantatela  con i riferimenti a papà e mamma, non più di tremila battute. E ancora lotta!

Le brutte paginette passano però nelle mani di Isa che trova per ognuno, una foto, una vignetta, uno scritto che rende l’articolo irriconoscibile persino al suo autore. E Filippo impagina e studia la colonna a fianco, l’impaginazione, iI sito.  E per questo, da anni,  la domenica prima dell’uscita del numero è un inferno che tiene Isa al computer fino alle tre di notte e Filippo lontano dalle figlie adolescenti che invece dovrebbero essere accompagnate in mille posti.

E‘ nata come per un gioco, LA LAMPADINA, ma nel tempo ha preso una consistenza che mai avremmo potuto sospettare. Sì.

In Finlandia…dove ci porteranno i cani?

Festeggiamo il nostro cinquantesimo numero insieme a cinque anni di anzianità e se ci voltiamo alle spalle siamo i primi a stupirci del nostro cammino.

Abbiamo organizzato viaggi (New York e Finlandia), corsi di Arte Contemporanea con Ludovico Pratesi, visite alla Biennale, viaggi in Sicilia (date un’occhiata qui…) ed in tante città italiane in concomitanza con eventi culturali, abbiamo presentato libri.

La Lampadina a Villa Tasca a Palermo

Abbiamo, con le nostre pagine, forse, fatto venire la voglia di approfondire argomenti quasi sconosciuti, abbiamo raccontato piccole curiosità, dato notizie di eventi da non perdere. Abbiamo ora l’attenzione di ben 2300 lettori. Una responsabilità enorme.

Che scopo ha tutto ciò? Per diventare ricchi? Per venderci a Google?

La realtà è che anche noi da cinque anni ci poniamo la stessa domanda. Ci divertiamo moltissimo, le riunioni mensili sono strepitose, ci bocciamo e ci promuoviamo, discutiamo fra di noi, tanto uniti ma tanto diversi, in incontri che in tanti anni hanno arricchito in qualche modo ciascuno di noi, ragion per cui come non mandare un pubblico

G R A Z I E

a Carlo che de La Lampadina è stato il creatore, che ci ha trascinato e continua a trascinarci in mille programmi, che ha abbattuto con la sua convinzione i nostri dubbi, che è stato l’inventore ed è tuttora l’anima della nostra Lampadina.

DOVE andiamo? Noi non lo sappiamo, ma dovunque andiamo….  andiamoci ancora insieme a voi tutti!

7 commenti per “Concordia parvae res crescunt…

  1. Graziella Amerio
    9 Luglio 2016 at 13:28

    Caro Carlo,
    nel leggere l’ultimo numero di La Lampadina ho scoperto che:

    (1) era il 5° Anniversario della sua creazione
    (2) che il Creatore non ha voluto festeggiare l’Evento
    (3) anche se i compagni di cordata lo desideravano
    (4) che rimane sempre una lettura interessante, fresca, originale, che si legge molto volentieri
    (5) grazie a La Lampadina sono meno ignorante

    e volevo dirti:

    (1) bravo per avere avuto un’idea geniale!
    (2) rimango sempre in attesa di sapere che siete stati Premiati per l’Idea, forse non sarà il Nobel, ma un Premio Minore ve lo siete guadagnato
    (3) almeno da questa umile Lettrice

    e ti suggerirei:

    (1) di continuare così
    (2) di rimanere nella lunghezza delle 10 pagine
    (3) di aggiornare il numero dei lettori da 2.000 a 2.300 (ultima pagina)

    e, per terminare:

    (1) continuo ad iscrivere Amici Vicini e Lontani perché
    (2) è un modo per tenerli aggiornati sul mondo e sull’Italia
    (3) su quanto di bello ed interessante ci circonda, magari senza saperlo …

    ed, infine:

    (1) un affettuoso abbraccio a te ed a Simonetta
    (2) ed un saluto caloroso e complimenti vivissimi alla tua Valorosa Equipe.

    Graziella

  2. Selvatico Estense Manù
    7 Luglio 2016 at 19:43

    Bravi bravissimi per i 50 anni della Lampadina che, almeno a me, da una Gioia ed una grande tenerezza ogni volta che la ricevo!
    Appuntamento con amici, ritorno a casa, nostalgia e ricchezza di cose non ancora conosciute dunque sempre nuove e belle da imparare!
    Insomma grazie alla Lampadina si fa ogni mese un bagno di conoscenze, allegria, tristezza, riflessione, insomma un bagno di vita!
    Grazie ai miei Lampadini e, per favore, continuate cosi’!

  3. Massimo
    6 Luglio 2016 at 11:19

    Vi auguro di proseguire il vostro viaggio di racconti, narrazioni e conoscenza che condividendo attraverso la “Lampadina” mi permettono di viaggiare insieme a voi!
    Grazie, Massimo

    • Lalli Theodoli
      6 Luglio 2016 at 11:55

      Grazie! Continua a viaggiare con noi tutti!
      Lalli

  4. Angelica
    5 Luglio 2016 at 18:36

    5 ANNI! Tanti Auguri !
    Complimenti a tutti i ” Lampadini” e al mio papà che è Unico ! Bravi!!

  5. Angela Piperno
    4 Luglio 2016 at 21:00

    Con grande gioia leggo la lampadina qui in casa a NY.
    Mi sento molto vicino a voi e mi piacerebbe poter aggiungere un input!

    • Lalli Theodoli
      5 Luglio 2016 at 10:30

      Una grande gioia per noi che la nostra pagina arrivi lontano e… venga apprezzata!
      Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *